Il saccheggio dei fondi FAS e la finzione dei fondi anti-crisi

di Antonio Misiani – pubblicato sul sito www.nens.it

1. Il Fondo Aree Sottoutilizzate 2007-2013

Il “Fondo Aree Sottoutilizzate” (FAS), istituito con la legge 289/2002 (finanziaria 2003) e modificato con la legge 296/2006 (finanziaria 2007), è lo strumento di finanziamento – con risorse aggiuntive nazionali – delle politiche di sviluppo per le aree sottoutilizzate del Paese. In tali aree queste risorse si aggiungono a quelle ordinarie e a quelle comunitarie e nazionali di cofinanziamento. A tal fine l’art. 1, comma 863 della finanziaria 2007 ha previsto una dotazione finanziaria del fondo con riferimento al settennio 2007-2013 pari a 64,4 miliardi di euro.

L’articolo 2, comma 537 della legge 244/2007 (finanziaria 2008) ha rimodulato l’ammontare delle risorse FAS stanziate dalla finanziaria precedente, fissando gli importi annuali:

Leggi tutto il documento: NENS Il saccheggio dei fondi FAS.doc

Questa voce è stata pubblicata in Documenti NENS, economia e lavoro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il saccheggio dei fondi FAS e la finzione dei fondi anti-crisi

  1. Sergio scrive:

    Questa la lettera che ho inviato alla Giunta.
    Salve, sono un siciliano nato a Palermo ma che vive e studia da due anni al nord.
    Seguo sempre le vicende della mia terra con gran passione e speranza e non ne vado sempre fiero. Ultimamente c’è stato un gran parlare dei fondi FAS e anche il presidente della Giunta regionale, Dr. Lombardo, ha messo in evidenza il problema. A quanto ho capito ci sono dei finanziamenti europei che devono essere sbloccati entro il 2013 (circa 9 miliardi) pena la perdita degli stessi e ho visto anche che 4 miliardi sono già in procinto di essere sbloccati e dopo le firme dalla Regione aspettano solo l’esito di Roma.
    Ma quello che non ho capito ancora è come verranno spesi. La mia paura è quella che verranno spesi male e per i salari dei vari dipendenti regionali (forestali, ecc.) o per crack AMIA e siccome non c’è stata molta trasparenza a riguardo vorrei maggiori informazioni da voi. Quello che mi chiedo è: perché non spendere tutti questi soldi, che sono una manna dal cielo, per superare il gap infrastrutturale che ci tiene lontani dal resto d’Italia e che non ci fa crescere?
    Penso che sarebbe molto meglio spendere tutti questi soldi per raddoppi ferroviari Palermo-Messina, Catania-Siracusa-Gela e per la creazione di una nuova linea Castelbuono-Catania che congiungerebbe Palermo a Catania in poco tempo come previsto da legge Obiettivo (corridoio I Palermo Berlino).
    Ma i progetti sono tanti, un esempio anche la metropolitana leggera automatica di Palermo che percorra tutti i quattro assi viari principali della città.

    Anche l’Unione Europea e il Governo Nazionale ci bacchettano continuamente per come vengono spesi i finanziamenti UE. Le informazioni che si trovano su internet sono sconfortanti.
    La mia decisione in futuro sarà quella di non ritornare più in Sicilia se questi fondi non verranno spesi bene per economia, infrastrutture e sviluppo perché sono stufo di sentire le vostre parole al vento quando ci sono le elezioni. Non voglio vivere in una terra del mal governo, del clientelismo e della mafia dove sembra che a nessuno importi dello sviluppo, della crescita e della qualità della vita dei cittadini.
    Questo modo di fare mi fa vergognare di essere siciliano e non vorrei che la mia terra diventasse come uno di quei paesi africani a causa della vostra negligenza.
    Complimenti ai siciliani che votano la merda di destra

  2. BENITO scrive:

    CHE DEVONO DIRE LE PERSONE CHE VIVONO NELLA SARDEGNA…
    SONO DIMENTICATE DALLO STATO..
    NON ARRIVANO MAI FINAZIAMENTI.. SIA PUBLICI
    SIA PER AZIENDE PRIVATE IN AGRICOLTURA…
    FIGURATEVI NON ARRIVANO DA OLTRE TRE ANNI PAGAMENTO SEMINTIVI DEL BIOLOGICO..
    EPPURE I FONDI SI TROVANO NELLA BANCA D’ ITALIA … PERO’ NON PAGANO GLI AGRICOLTORI SARDI..
    DI CHI SARA’ LA COLPA ??
    SARA’ DELLA REGIONE SARDA..
    INCAPACE DI GOVERNARE LA SARDEGNA…
    -
    CIAO
    BUON ANNO 2011
    ……………………………… BENITO

  3. Anna scrive:

    BRAVO BENITO, GIUSTO QUEL CHE DICI; A QUESTO AGGIUNGI CHE ORA ANCHE LE PERSONE, LE FAMIGLIE CHE VOGLIONO VENIRE IN SARDEGNA PER LE FERIE AVRANNO ANCORA PIU’ DIFFICOLTA’ PER VIA DELL’AUMENTO DEI TRAGHETTI, SI DICE DEL 40% IN PIU’ DELLO SCORSO ANNO! SE LA REGIONE SARDEGNA NON CI METTE RIMEDIO COME FARANNO LE FAMIGLIE DEI SARDI EMIGRATI CHE CERTO NON NUOTANO NELL’ORO E LA MAGGIOR PARTE DEI TURISTI, TRA CUI ANCH’IO, A TORNARE QUEST’ESTATE? CIAO, SPERIAMO CHE SI RISOLVA QUESTO PROBLEMA, INTANTO IO TI ASPETTO AL SOLITO SITO, CIAO! ((*___=))

Lascia un Commento